Manca ormai poco più di un mese all'inizio della distribuzione ufficiale di Windows 10 1709 "Fall Creators Update". Microsoft sta ancora finalizzando il software: come sapranno gli Insider e chi ne segue gli sviluppi, in questa fase si pensa a rifinire tutti i dettagli, ottimizzare le performance, migliorare l'esperienza d'uso, risolvere il maggior numero di bug possibile e anche a perfezionare le impostazioni sulla privacy. Un post sul blog ufficiale spiega che le grandi novità sono tre:Impostazioni al primo avvio ulteriormente semplificateMicrosoft migliora ancora la procedura di configurazione al primo avvio, dopo le profonde modifiche già applicate con Windows 10 1703 "Creators Update". Per cominciare, la dichiarazione ufficiale di Microsoft sulla gestione dei dati personali dell'utente è visibile direttamente nel processo di configurazione – l'utente non deve, quindi, premere un pulsante o altro per raggiungerla. Secondo, ci sarà una pagina Maggiori informazioni che permetterà di raggiungere direttamente le spiegazioni di impostazioni specifiche – per esempio posizione, riconoscimento vocale, diagnostica e così via.Permessi appLa richiesta di autorizzazione da parte delle app per accedere a determinate funzioni e determinato hardware del sistema non è una novità assoluta in Windows 10: succede già ora con la localizzazione GPS. Con il Fall Creators Update, questa richiesta sarà estesa ad altri aspetti, come per esempio la fotocamera, il microfono, la rubrica dei contatti, il calendario e molto altro. Questa misura di sicurezza in più sarà disponibile solo per le app scaricate dal Windows Store.Una scelta vincente sotto i 200€? Wiko Fever, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 151 euro. – Vai alla Fonte