Windows MR: arriva l’app di verifica per PC e preordini per Dell Visor

Il lancio della Windows Mixed Reality si avvicina sempre di più: dopo le prime avvisaglie viste in Windows 10 1703 "Creators Update", la piattaforma è pronta a invadere il mercato con software (il nuovo aggiornamento di Windows 10, versione 1709 "Fall Creators Update") e dispositivi (computer e visori) adeguati. Oggi vi riportiamo il compimento due nuovi "step" che la avvicinano all'obiettivo finale. Il primo è la comparsa sul Windows Store dell'app Windows Mixed Reality PC Check. Il nome non si impegna certo a nascondere il suo scopo: analizza la configurazione del sistema e indica se l'hardware è idoneo oppure no ad eseguire app e servizi Mixed Reality. È ovviamente gratuita, e si trova sul Windows Store al seguente indirizzo: Windows Mixed Reality PC Check | Windows Store, Gratis Il secondo step è l'apertura dei preordini anche per Dell Visor, il visore Mixed Reality del famoso produttore di computer statunitense che abbiamo visto nel corso di IFA 2017. I prezzi sono perfettamente in linea con quanto annunciato in precedenza: 359,99 dollari per la versione stand-alone, che salgono a 459,99 per chi vuole acquistare anche un motion controller in bundle. La disponibilità effettiva (e di conseguenza le spedizioni) è dal 17 ottobre, un giorno che certo non è stato scelto a caso. Per ora lo trovate solo sul sito statunitense di Dell: basta cliccare QUI.Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. –

Il lancio della Windows Mixed Reality si avvicina sempre di più: dopo le prime avvisaglie viste in Windows 10 1703 "Creators Update", la piattaforma è pronta a invadere il mercato con software (il nuovo aggiornamento di Windows 10, versione 1709 "Fall Creators Update") e dispositivi (computer e visori) adeguati. Oggi vi riportiamo il compimento due nuovi "step" che la avvicinano all'obiettivo finale. Il primo è la comparsa sul Windows Store dell'app Windows Mixed Reality PC Check. Il nome non si impegna certo a nascondere il suo scopo: analizza la configurazione del sistema e indica se l'hardware è idoneo oppure no ad eseguire app e servizi Mixed Reality. È ovviamente gratuita, e si trova sul Windows Store al seguente indirizzo: Windows Mixed Reality PC Check | Windows Store, Gratis Il secondo step è l'apertura dei preordini anche per Dell Visor, il visore Mixed Reality del famoso produttore di computer statunitense che abbiamo visto nel corso di IFA 2017. I prezzi sono perfettamente in linea con quanto annunciato in precedenza: 359,99 dollari per la versione stand-alone, che salgono a 459,99 per chi vuole acquistare anche un motion controller in bundle. La disponibilità effettiva (e di conseguenza le spedizioni) è dal 17 ottobre, un giorno che certo non è stato scelto a caso. Per ora lo trovate solo sul sito statunitense di Dell: basta cliccare QUI.Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. – Vai alla Fonte

Dishonored – La morte dell’Esterno: pubblicato il trailer di lancio

Domani, 15 settembre, i fan di Dishonored potranno finalmente giocare con La morte dell'Esterno e Bethesda, per ingannare l'attesa, ha recentemente pubblicato il trailer di lancio dell'attesissimo gioco. La nuova avventura firmata Arkane Studios prenderà il via dopo gli eventi narrati in Dishonored 2, la situazione per Billie Lurk e per il suo ex mentore Daud sembra essersi calmata, ma un nuovo uragano sta per abbattersi sull'impero delle isole. Billie ovviamente avrà un ruolo chiave nella sanguinosa battaglia contro l'Esterno e quindi, in cerca di redenzione, accetterà un ultimo incarico: compiere l'assassinio definitivo e cambiare per sempre il volto dell'impero. Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. –

Domani, 15 settembre, i fan di Dishonored potranno finalmente giocare con La morte dell'Esterno e Bethesda, per ingannare l'attesa, ha recentemente pubblicato il trailer di lancio dell'attesissimo gioco. La nuova avventura firmata Arkane Studios prenderà il via dopo gli eventi narrati in Dishonored 2, la situazione per Billie Lurk e per il suo ex mentore Daud sembra essersi calmata, ma un nuovo uragano sta per abbattersi sull'impero delle isole. Billie ovviamente avrà un ruolo chiave nella sanguinosa battaglia contro l'Esterno e quindi, in cerca di redenzione, accetterà un ultimo incarico: compiere l'assassinio definitivo e cambiare per sempre il volto dell'impero. Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. – Vai alla Fonte

Outlook per Android e iOS, arriva la nuova ricerca per gli Insider

Nel corso del mese di luglio, Microsoft ha presentato grandi novità per Outlook su Android e iOS, annunciando allo stesso tempo che presto sarebbe stata rivoluzionata anche l'esperienza di ricerca. Oggi è il giorno in cui le dichiarazioni si trasformano in fatti concreti – almeno per qualcuno: gli Outlook Insider hanno infatti modo di accedere in anteprima a una versione di test dell'app con la nuova UI. La ricerca è ancora più immediata, con una casella sempre visibile in qualsiasi sezione dell'app con tanto di suggerimento istantaneo di contatti frequenti, ancora prima di iniziare a digitare. La ricerca è anche universale: trova contatti, email, messaggi, nomi file, allegati e molto altro ancora – da tutti gli account collegati.La versatilità è garantita dai nuovi filtri, che permettono, tra l'altro, di specificare un solo account (o più di uno), mostrare solo le mail con allegati e molto altro. Nella stessa schermata di ricerca, inoltre, compare la sezione Persone e File, così che con lo stesso numero di tap o meno è possibile visualizzare tutte le mail di un contatto, visionare i dettagli del contatto oppure crearne uno nuovo.Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. –

Nel corso del mese di luglio, Microsoft ha presentato grandi novità per Outlook su Android e iOS, annunciando allo stesso tempo che presto sarebbe stata rivoluzionata anche l'esperienza di ricerca. Oggi è il giorno in cui le dichiarazioni si trasformano in fatti concreti – almeno per qualcuno: gli Outlook Insider hanno infatti modo di accedere in anteprima a una versione di test dell'app con la nuova UI. La ricerca è ancora più immediata, con una casella sempre visibile in qualsiasi sezione dell'app con tanto di suggerimento istantaneo di contatti frequenti, ancora prima di iniziare a digitare. La ricerca è anche universale: trova contatti, email, messaggi, nomi file, allegati e molto altro ancora – da tutti gli account collegati.La versatilità è garantita dai nuovi filtri, che permettono, tra l'altro, di specificare un solo account (o più di uno), mostrare solo le mail con allegati e molto altro. Nella stessa schermata di ricerca, inoltre, compare la sezione Persone e File, così che con lo stesso numero di tap o meno è possibile visualizzare tutte le mail di un contatto, visionare i dettagli del contatto oppure crearne uno nuovo.Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. – Vai alla Fonte

Google Assistant sarà integrato nelle cuffie Bose QuietComfort 35 II | Rumor

Gli assistenti digitali hanno una mania: essere onnipresenti. Con il crescere degli oggetti ''smart'' e connessi aumentanoi infatti le occasioni per integrare i vari Alexa, Cortana, Google Assistant e Siri nei prodotti più disparati – si veda il trend in forte crescita degli altoparlanti ''intelligenti''. Nel novero di tali dispositivi vanno annoverate anche le cuffie e tra le aziende impegnate su tale fronte troviamo proprio la casa di Mountain View. Un recente report di 9to5Google consente di tracciare con maggiori dettagli i progetti di Google volti alla distribuzione di cuffie con Google Assistant integrato, grazie alla collaborazione di partner selezioni tra i quali figura Bose. Le prime indiscrezioni al riguardo erano state diffuse nel corso dell'estate, grazie all'analisi dell'app Ricerca Google contenente il riferimento al dispositivo "Bisto". La fonte afferma di aver preso visione della documentazione ufficiale del noto produttore di dispositivi audio relativo alle cuffie Bose QuietComfort 35 Wireless II, tra le prime a supportare l'integrazione con Google Assistant.Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. –

Gli assistenti digitali hanno una mania: essere onnipresenti. Con il crescere degli oggetti ''smart'' e connessi aumentanoi infatti le occasioni per integrare i vari Alexa, Cortana, Google Assistant e Siri nei prodotti più disparati – si veda il trend in forte crescita degli altoparlanti ''intelligenti''. Nel novero di tali dispositivi vanno annoverate anche le cuffie e tra le aziende impegnate su tale fronte troviamo proprio la casa di Mountain View. Un recente report di 9to5Google consente di tracciare con maggiori dettagli i progetti di Google volti alla distribuzione di cuffie con Google Assistant integrato, grazie alla collaborazione di partner selezioni tra i quali figura Bose. Le prime indiscrezioni al riguardo erano state diffuse nel corso dell'estate, grazie all'analisi dell'app Ricerca Google contenente il riferimento al dispositivo "Bisto". La fonte afferma di aver preso visione della documentazione ufficiale del noto produttore di dispositivi audio relativo alle cuffie Bose QuietComfort 35 Wireless II, tra le prime a supportare l'integrazione con Google Assistant.Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. – Vai alla Fonte

Essential Phone, domande e curiosità? Le risposte nel Forum di HDblog

Considerato uno degli smartphone più chiaccherati ed attesi dell'estate, dopo aver accumulato diversi ritardi, il primo device partorito dalla mente del brillante papà di Android, è riuscito ad arrivare finalmente sul mercato. Chi in Italia ha sudato sette camicie per riuscire ad averlo nei primi giorni di disponibilità ha puntualmente acceso la curiosità degli utenti del nostro forum, aprendo la discussione ufficiale sull'interessantissimo Essential Phone. Per chi non avesse avuto modo di conoscerlo in questi mesi, Essential Phone PH-1 è un device mosso da un SoC Snapodragon 835 con 4GB di RAM, 128GB di memoria interna e una batteria integrata da 3.040 mAh. Si presenta con una scocca di dimensioni compatte con cornici laterali quasi inesistenti ed un display QHD da ben 5.71 pollici di diagonale in formato 19:10. Il comparto fotografico, pur caratterizzato da due ottimi sensori d'immagine posteriori da 13MP ciascuno (uno dei due monocromatico) con apertura focale f/1.85, non riesce ancora a restituire scatti ottimali a causa di un software troppo acerbo, ma ci sono buoni margini per migliorare tramite gli aggiornamenti.Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. –

Considerato uno degli smartphone più chiaccherati ed attesi dell'estate, dopo aver accumulato diversi ritardi, il primo device partorito dalla mente del brillante papà di Android, è riuscito ad arrivare finalmente sul mercato. Chi in Italia ha sudato sette camicie per riuscire ad averlo nei primi giorni di disponibilità ha puntualmente acceso la curiosità degli utenti del nostro forum, aprendo la discussione ufficiale sull'interessantissimo Essential Phone. Per chi non avesse avuto modo di conoscerlo in questi mesi, Essential Phone PH-1 è un device mosso da un SoC Snapodragon 835 con 4GB di RAM, 128GB di memoria interna e una batteria integrata da 3.040 mAh. Si presenta con una scocca di dimensioni compatte con cornici laterali quasi inesistenti ed un display QHD da ben 5.71 pollici di diagonale in formato 19:10. Il comparto fotografico, pur caratterizzato da due ottimi sensori d'immagine posteriori da 13MP ciascuno (uno dei due monocromatico) con apertura focale f/1.85, non riesce ancora a restituire scatti ottimali a causa di un software troppo acerbo, ma ci sono buoni margini per migliorare tramite gli aggiornamenti.Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. – Vai alla Fonte

Magenta, il kernel di Google Fuchsia OS, ora si chiama Zircon

Torniamo a parlare di Google Fuchsia, il sistema operativo del colosso di Mountain View ancora avvolto nel mistero. Sappiamo che la società ci sta lavorando da diverso tempo ormai (le prime tracce risalgono a circa un anno fa), che non è basato su Linux (come Android e Chrome OS) e che potrebbe adattarsi facilmente sia agli schermi di un portatile che a quelli di uno smartphone. Ma è molto difficile capire quali siano i piani di Google a riguardo; di sicuro, comunque, non sono per il breve termine. Il kernel di Fuchsia si chiama Magenta e, come dicevamo, non è basato su Linux ma su un'architettura progettata interamente da Google per essere perfettamente adattabile su una gamma di device che vanno dall'IoT alle workstation desktop. Ieri, questo kernel è stato rinominato da Magenta a Zircon. Questa operazione di "Great Renaming", come la chiamano scherzando gli sviluppatori di Google, ha probabilmente lo scopo principale di rendere più chiare le differenze tra l'intero OS e il suo kernel. Prima erano due colori, peraltro pure di tonalità relativamente simili; ora abbiamo un colore e un minerale (molto duro e cristallino, tra l'altro).Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. –

Torniamo a parlare di Google Fuchsia, il sistema operativo del colosso di Mountain View ancora avvolto nel mistero. Sappiamo che la società ci sta lavorando da diverso tempo ormai (le prime tracce risalgono a circa un anno fa), che non è basato su Linux (come Android e Chrome OS) e che potrebbe adattarsi facilmente sia agli schermi di un portatile che a quelli di uno smartphone. Ma è molto difficile capire quali siano i piani di Google a riguardo; di sicuro, comunque, non sono per il breve termine. Il kernel di Fuchsia si chiama Magenta e, come dicevamo, non è basato su Linux ma su un'architettura progettata interamente da Google per essere perfettamente adattabile su una gamma di device che vanno dall'IoT alle workstation desktop. Ieri, questo kernel è stato rinominato da Magenta a Zircon. Questa operazione di "Great Renaming", come la chiamano scherzando gli sviluppatori di Google, ha probabilmente lo scopo principale di rendere più chiare le differenze tra l'intero OS e il suo kernel. Prima erano due colori, peraltro pure di tonalità relativamente simili; ora abbiamo un colore e un minerale (molto duro e cristallino, tra l'altro).Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. – Vai alla Fonte

Street View incontra Google Earth VR per scoprire da vicino ogni angolo del pianeta

Google Earth VR, versione dell'ormai decennale Earth con interfaccia ottimizzata per la realtà virtuale, ha recentemente ottenuto un nuovo aggiornamento che permette di portare ad un livello mai visto prima il grado di coinvolgimento nell'esplorazione dei luoghi. Se già con la prima versione era possibile viaggiare in prima persona in ogni angolo del pianeta dopo aver indossato Oculus Rift o HTC Vive, a partire da oggi è possibile sfruttare alcune funzionalità di Street View, anche all'interno della Realtà Virtuale di Google Earth. Gli utenti possono così passare da una visuale satellitare in 3D ad una a 360°, entrando letteralmente nella "bolla". Una volta passati alla visuale in prima persona, navigare con i comandi dei controller VR permetterà di raggiungere nuovi obbiettivi e guardare il panorama circostante – però non si può camminare nelle foto in 3D (sarebbe stato troppo bello).Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. –

Google Earth VR, versione dell'ormai decennale Earth con interfaccia ottimizzata per la realtà virtuale, ha recentemente ottenuto un nuovo aggiornamento che permette di portare ad un livello mai visto prima il grado di coinvolgimento nell'esplorazione dei luoghi. Se già con la prima versione era possibile viaggiare in prima persona in ogni angolo del pianeta dopo aver indossato Oculus Rift o HTC Vive, a partire da oggi è possibile sfruttare alcune funzionalità di Street View, anche all'interno della Realtà Virtuale di Google Earth. Gli utenti possono così passare da una visuale satellitare in 3D ad una a 360°, entrando letteralmente nella "bolla". Una volta passati alla visuale in prima persona, navigare con i comandi dei controller VR permetterà di raggiungere nuovi obbiettivi e guardare il panorama circostante – però non si può camminare nelle foto in 3D (sarebbe stato troppo bello).Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, compralo al miglior prezzo da Euronics a 299 euro. – Vai alla Fonte

Facebook Crisis Response, hub per la sicurezza

Facebook, da sempre tiene molto alla sicurezza dei suoi iscritti, tanto che, nel tempo, ha lanciato diversi strumenti per il loro supporto tra cui Facebook Safety Check. Oggi, il social network fa un altro passo in avanti in questa direzione annunciando “Crisis Response”, un hub dove gli iscritti potranno avere accesso a tutte le informazioni riguardanti la crisi in atto e trovare strumenti come Safety Check, Community Help e tutto quanto il social network mette a disposizione in caso di eventi disastrosi. dell’articolo

Facebook, da sempre tiene molto alla sicurezza dei suoi iscritti, tanto che, nel tempo, ha lanciato diversi strumenti per il loro supporto tra cui Facebook Safety Check. Oggi, il social network fa un altro passo in avanti in questa direzione annunciando “Crisis Response”, un hub dove gli iscritti potranno avere accesso a tutte le informazioni riguardanti la crisi in atto e trovare strumenti come Safety Check, Community Help e tutto quanto il social network mette a disposizione in caso di eventi disastrosi. dell’articolo Fonte

Huawei G10, smartphone con quattro fotocamere

Il nuovo top di gamma verrà annunciato il 16 ottobre, ma il produttore cinese ha organizzato un evento per il 22 settembre, durante il quale presenterà uno smartphone con alcune caratteristiche in comune con il Mate 10 Pro. Lo Huawei G10 (Maimang 6 in Cina) avrà infatti uno schermo EntireView con rapporto di aspetto 18:9. dell’articolo

Il nuovo top di gamma verrà annunciato il 16 ottobre, ma il produttore cinese ha organizzato un evento per il 22 settembre, durante il quale presenterà uno smartphone con alcune caratteristiche in comune con il Mate 10 Pro. Lo Huawei G10 (Maimang 6 in Cina) avrà infatti uno schermo EntireView con rapporto di aspetto 18:9. dell’articolo Fonte

AirPods: case con ricarica wireless da dicembre?

Durante l’evento Apple dello scorso martedì, la società di Cupertino ha annunciato la compatibilità con la ricarica wireless per alcuni dei suoi dispositivi di punta. Fra questi non solo iPhone 8 e iPhone X, ma anche le ormai classiche cuffie AirPods, tramite l’impiego di una nuova custodia di ricarica. Sebbene la società californiana non abbia annunciato una data di release per l’accessorio, delle informazioni oggi apparse online ne suggeriscono il lancio per dicembre, forse a un prezzo di 69 dollari. dell’articolo

Durante l’evento Apple dello scorso martedì, la società di Cupertino ha annunciato la compatibilità con la ricarica wireless per alcuni dei suoi dispositivi di punta. Fra questi non solo iPhone 8 e iPhone X, ma anche le ormai classiche cuffie AirPods, tramite l’impiego di una nuova custodia di ricarica. Sebbene la società californiana non abbia annunciato una data di release per l’accessorio, delle informazioni oggi apparse online ne suggeriscono il lancio per dicembre, forse a un prezzo di 69 dollari. dell’articolo Fonte