Vivo Apex arriverà il 12 giugno in Cina

Vivo Apex è uno smartphone che ha fatto molto discutere sin dalla diffusione delle prime notizie che lo hanno riguardato: era febbraio e, nel corso di un Mobile World Congress all'insegna del notch, il produttore cinese sceglieva di offrire un modo alternativo per ridurre al minimo le cornici del display. Lo smartphone, caratterizzato dalla fotocamera anteriore a scomparsa integrata nel bordo superiore, è apparso inizialmente poco più di un concept, ma il progetto è sempre più vicino all'esordio sul mercato. L'azienda ha iniziato a spedire alcuni materiali pubblicitari agli addetti ai lavori, dando appuntamento al 12 giugno prossimo per prendere parte ad un evento che si terrà a Shanghai. L'immagine (in apertura) mostra chiaramente il Vivo Apex che è pronto, quindi, a raggiungere il mercato. La notizia non sorprende, tenuto conto che Vivo aveva precedentemente confermato che la produzione di massa avrebbe preso il via a maggio, lasciando intendere una disponibilità effettiva per il periodo estivo. Uno dei dati più rilevanti della scheda tecnica riguarda le cornici laterali da 1,8 mm che, abbinate a quella inferiore da 4,3 mm e all'elemento scorrevole che racchiude la fotocamera anteriore, permettono di ottenere uno smartphone realmente ''full screen''. Il display da 5,99" occupa, infatti, quasi interamente la superficie del frontale; all'interno della scocca si trova il prestante Qualcomm Snapdragon 845. Con la presentazione ufficiale dovrebbe anche arrivare un'attesa conferma, ovvero quella sul prezzo di vendita. Il vero top gamma Nokia? Nokia 8, in offerta oggi da Evoluxion.it a 299 euro oppure da Amazon a 365 euro. –

Vivo Apex è uno smartphone che ha fatto molto discutere sin dalla diffusione delle prime notizie che lo hanno riguardato: era febbraio e, nel corso di un Mobile World Congress all'insegna del notch, il produttore cinese sceglieva di offrire un modo alternativo per ridurre al minimo le cornici del display. Lo smartphone, caratterizzato dalla fotocamera anteriore a scomparsa integrata nel bordo superiore, è apparso inizialmente poco più di un concept, ma il progetto è sempre più vicino all'esordio sul mercato. L'azienda ha iniziato a spedire alcuni materiali pubblicitari agli addetti ai lavori, dando appuntamento al 12 giugno prossimo per prendere parte ad un evento che si terrà a Shanghai. L'immagine (in apertura) mostra chiaramente il Vivo Apex che è pronto, quindi, a raggiungere il mercato. La notizia non sorprende, tenuto conto che Vivo aveva precedentemente confermato che la produzione di massa avrebbe preso il via a maggio, lasciando intendere una disponibilità effettiva per il periodo estivo. Uno dei dati più rilevanti della scheda tecnica riguarda le cornici laterali da 1,8 mm che, abbinate a quella inferiore da 4,3 mm e all'elemento scorrevole che racchiude la fotocamera anteriore, permettono di ottenere uno smartphone realmente ''full screen''. Il display da 5,99" occupa, infatti, quasi interamente la superficie del frontale; all'interno della scocca si trova il prestante Qualcomm Snapdragon 845. Con la presentazione ufficiale dovrebbe anche arrivare un'attesa conferma, ovvero quella sul prezzo di vendita. Il vero top gamma Nokia? Nokia 8, in offerta oggi da Evoluxion.it a 299 euro oppure da Amazon a 365 euro. – Vai alla Fonte

OnePlus 6 aggiornato alla OxygenOS 5.1.5: bugfix e miglioramenti della stabilità

OnePlus continua a migliorare la piattaforma software del suo nuovo top gamma, rilasciando aggiornamenti software a breve distanza dall'avvio della commercializzazione, che ufficialmente preso il via nella giornata di ieri (22 maggio). L'ultimo in ordine di tempo è quello che porta la OxygenOS alla versione 5.1.5: abbiamo ricevuto in mattinata l'update che "pesa" 66MB e porta con sé non meglio precisati bugfix e un generale miglioramento della stabilità. Si tratta del secondo update rilasciato dal produttore per il nuovo OnePlus 6. Con il precedente – OxygenOS versione 5.1.3* – sono state introdotte le patch di sicurezza di maggio, è stata precaricata l'applicazione OnePlus Switch, ed aggiunta l'opzione per nascondere il notch. Novità anche per il comparto fotocamera con l'attivazione della modalità slow-motion (720p@480fps e 1080p@240fps), e il supporto alla modalità quick capture in modalità ritratto. La Galleria è stata inoltre arricchita con più opzioni per il file eliminati di recente. OnePlus 6 è disponibile online da Amazon prime a 519 euro oppure da Amazon a 569 euro. OnePlus 6 è disponibile su a 566 euro.(aggiornamento del 23 May 2018, ore 07:11)-

OnePlus continua a migliorare la piattaforma software del suo nuovo top gamma, rilasciando aggiornamenti software a breve distanza dall'avvio della commercializzazione, che ufficialmente preso il via nella giornata di ieri (22 maggio). L'ultimo in ordine di tempo è quello che porta la OxygenOS alla versione 5.1.5: abbiamo ricevuto in mattinata l'update che "pesa" 66MB e porta con sé non meglio precisati bugfix e un generale miglioramento della stabilità. Si tratta del secondo update rilasciato dal produttore per il nuovo OnePlus 6. Con il precedente – OxygenOS versione 5.1.3* – sono state introdotte le patch di sicurezza di maggio, è stata precaricata l'applicazione OnePlus Switch, ed aggiunta l'opzione per nascondere il notch. Novità anche per il comparto fotocamera con l'attivazione della modalità slow-motion (720p@480fps e 1080p@240fps), e il supporto alla modalità quick capture in modalità ritratto. La Galleria è stata inoltre arricchita con più opzioni per il file eliminati di recente. OnePlus 6 è disponibile online da Amazon prime a 519 euro oppure da Amazon a 569 euro. OnePlus 6 è disponibile su a 566 euro.(aggiornamento del 23 May 2018, ore 07:11)- Vai alla Fonte

iPhone 2018: TSMC avvia la produzione dei SoC Apple A12

Apple A12, il SoC che muoverà gli iPhone di nuova generazione che verranno presentati a settembre, è già entrato in fase di produzione, stando a quanto riportato da Mark Gurman e Debby Wu di Bloomberg. Ad occuparsi della sua realizzazione ci pensa TSMC, il chipmaker taiwanese partner di Apple da ormai diversi anni, il quale ha già avviato la sua linea produttiva a 7nm che verrà impiegata per Apple A12. Gurman e Wu confermano che il passaggio al nuovo processo comporterà il classico aumento delle prestazioni e la solita riduzione dei consumi rispetto alla generazione attuale, ovvero quella a 10nm. I rappresentanti di TSMC si sono ovviamente rifiutati di commentare la notizia, tuttavia è abbastanza improbabile l'arrivo di una smentita. Anche lo scorso anno la produzione di Apple A11 Bionic ha preso il via nel mese di maggio, quindi le tempistiche sembrano essere in linea con quelle tradizionali e possiamo aspettarci che le prime unità di Apple A12 – il cui nome completo verrà svelato solo a settembre – siano già state prodotte. Il vero top gamma Nokia? Nokia 8, in offerta oggi da Evoluxion.it a 299 euro oppure da Amazon a 365 euro. –

Apple A12, il SoC che muoverà gli iPhone di nuova generazione che verranno presentati a settembre, è già entrato in fase di produzione, stando a quanto riportato da Mark Gurman e Debby Wu di Bloomberg. Ad occuparsi della sua realizzazione ci pensa TSMC, il chipmaker taiwanese partner di Apple da ormai diversi anni, il quale ha già avviato la sua linea produttiva a 7nm che verrà impiegata per Apple A12. Gurman e Wu confermano che il passaggio al nuovo processo comporterà il classico aumento delle prestazioni e la solita riduzione dei consumi rispetto alla generazione attuale, ovvero quella a 10nm. I rappresentanti di TSMC si sono ovviamente rifiutati di commentare la notizia, tuttavia è abbastanza improbabile l'arrivo di una smentita. Anche lo scorso anno la produzione di Apple A11 Bionic ha preso il via nel mese di maggio, quindi le tempistiche sembrano essere in linea con quelle tradizionali e possiamo aspettarci che le prime unità di Apple A12 – il cui nome completo verrà svelato solo a settembre – siano già state prodotte. Il vero top gamma Nokia? Nokia 8, in offerta oggi da Evoluxion.it a 299 euro oppure da Amazon a 365 euro. – Vai alla Fonte

Twitter: stop all’app ufficiale per Android TV, Roku TV e Xbox

L'applicazione ufficiale Twitter per Android TV, Roku TV e console Xbox non sarà più disponibile a partire dalla giornata di domani, 24 maggio. L'annuncio è arrivato dall'account ufficiale Twitter qualche ora fa, senza alcuna motivazione che possa pregiudicare tale scelta. Aggiornamenti poco frequenti legati, probabilmente, ad un basso numero di download sulle piattaforme citate (meno di 100.000 su Android TV), potrebbero aver convinto la società a decidere di interromperne lo sviluppo, già notevolmente indietro rispetto alle controparti per desktop e mobile. On Thursday, May 24, Twitter for Roku, Twitter for Android TV and Twitter for Xbox will no longer be available. To get the full Twitter experience, visit https://t.co/fuPJa3nVky on your device or desktop.Il vero top gamma Nokia? Nokia 8, in offerta oggi da Evoluxion.it a 299 euro oppure da Amazon a 365 euro. –

L'applicazione ufficiale Twitter per Android TV, Roku TV e console Xbox non sarà più disponibile a partire dalla giornata di domani, 24 maggio. L'annuncio è arrivato dall'account ufficiale Twitter qualche ora fa, senza alcuna motivazione che possa pregiudicare tale scelta. Aggiornamenti poco frequenti legati, probabilmente, ad un basso numero di download sulle piattaforme citate (meno di 100.000 su Android TV), potrebbero aver convinto la società a decidere di interromperne lo sviluppo, già notevolmente indietro rispetto alle controparti per desktop e mobile. On Thursday, May 24, Twitter for Roku, Twitter for Android TV and Twitter for Xbox will no longer be available. To get the full Twitter experience, visit https://t.co/fuPJa3nVky on your device or desktop.Il vero top gamma Nokia? Nokia 8, in offerta oggi da Evoluxion.it a 299 euro oppure da Amazon a 365 euro. – Vai alla Fonte

eSports

Gli eSports non sono certo cosa nuova, ma negli ultimi anni si è assistito a una vera e propria esplosione del fenomeno. Attenzione quindi a non definirli dei semplici videogiochi, per molti sono un vero e proprio lavoro (talvolta ottimamente retribuito), una professione a tempo pieno, una disciplina sportiva a tutti gli effetti. Cresce anche il pubblico che segue gli eventi eSports Live, dal vivo nei palazzetti oppure in streaming, attirando così brand e investimenti. dell’articolo

Gli eSports non sono certo cosa nuova, ma negli ultimi anni si è assistito a una vera e propria esplosione del fenomeno. Attenzione quindi a non definirli dei semplici videogiochi, per molti sono un vero e proprio lavoro (talvolta ottimamente retribuito), una professione a tempo pieno, una disciplina sportiva a tutti gli effetti. Cresce anche il pubblico che segue gli eventi eSports Live, dal vivo nei palazzetti oppure in streaming, attirando così brand e investimenti. dell’articolo Fonte

Tesla aggiorna la Model 3 per il problema ai freni

Elon Musk ha preso sul serio la bocciatura di Consumer Reports ed ha deciso di correre ai ripari annunciando un aggiornamento del firmware della Tesla Model 3 per risolvere il problema all’impianto frenante. La società, infatti, sembra aver individuato nella calibrazione del sistema antibloccaggio il problema all’impianto frenante. Fortunatamente, questo difetto sarà risolvibile attraverso un aggiornamento del firmware dell’auto. Il correttivo, dunque, sarà rilasciato in tempi brevi e i possessori delle Tesla Model 3 non dovranno fare nulla in quanto tutte le auto elettriche della società americana si aggiorneranno da sole. dell’articolo

Elon Musk ha preso sul serio la bocciatura di Consumer Reports ed ha deciso di correre ai ripari annunciando un aggiornamento del firmware della Tesla Model 3 per risolvere il problema all’impianto frenante. La società, infatti, sembra aver individuato nella calibrazione del sistema antibloccaggio il problema all’impianto frenante. Fortunatamente, questo difetto sarà risolvibile attraverso un aggiornamento del firmware dell’auto. Il correttivo, dunque, sarà rilasciato in tempi brevi e i possessori delle Tesla Model 3 non dovranno fare nulla in quanto tutte le auto elettriche della società americana si aggiorneranno da sole. dell’articolo Fonte

Facebook, l’Europa pensa allo scorporo societario

L’incontro tra i parlamentari europei e Mark Zuckerberg al Parlamentano Europeo è durato un po’ più del previsto e il dibattito non è stato molto dissimile da quello avvenuto tra il CEO di Facebook e i membri del Congresso americano. Zuckerberg ha aperto l’audizione con un discorso in cui porgeva le sue scuse per gli errori della sua società. I parlamentari, poi, hanno iniziato a porre al CEO del social network domande sulla privacy, sulla GDPR e su Cambridge Analytica. Sebbene dal dibattito non sia emerso nulla di particolarmente nuovo, alcune domande sono state piuttosto incalzanti. Alcuni membri del Parlamento Europeo, infatti, hanno chiesto a Mark Zuckerberg se non fosse il caso di arrivare ad uno spezzatino societario di Facebook visto il suo monopolio di fatto. Una posizione molto simile a quella espressa dalla sinistra americana proprio negli ultimi giorni. dell’articolo

L’incontro tra i parlamentari europei e Mark Zuckerberg al Parlamentano Europeo è durato un po’ più del previsto e il dibattito non è stato molto dissimile da quello avvenuto tra il CEO di Facebook e i membri del Congresso americano. Zuckerberg ha aperto l’audizione con un discorso in cui porgeva le sue scuse per gli errori della sua società. I parlamentari, poi, hanno iniziato a porre al CEO del social network domande sulla privacy, sulla GDPR e su Cambridge Analytica. Sebbene dal dibattito non sia emerso nulla di particolarmente nuovo, alcune domande sono state piuttosto incalzanti. Alcuni membri del Parlamento Europeo, infatti, hanno chiesto a Mark Zuckerberg se non fosse il caso di arrivare ad uno spezzatino societario di Facebook visto il suo monopolio di fatto. Una posizione molto simile a quella espressa dalla sinistra americana proprio negli ultimi giorni. dell’articolo Fonte

La nuova gamma ULED TV di Hisense per i Mondiali

Giusto in tempo per il fischio d’inizio dei mondiali di calcio, dove purtroppo la nostra nazionale non sarà protagonista, ecco la nuova gamma di TV ULED proposta da Hisense, gruppo cinese con alle spalle mezzo secolo di esperienza e leader da oltre un decennio nel mercato locale. L’acronimo ULED si legge per esteso Ultra LED ed è stato coniato per descrivere la presenza di tecnologie proprietarie all’interno dei prodotti. dell’articolo

Giusto in tempo per il fischio d’inizio dei mondiali di calcio, dove purtroppo la nostra nazionale non sarà protagonista, ecco la nuova gamma di TV ULED proposta da Hisense, gruppo cinese con alle spalle mezzo secolo di esperienza e leader da oltre un decennio nel mercato locale. L’acronimo ULED si legge per esteso Ultra LED ed è stato coniato per descrivere la presenza di tecnologie proprietarie all’interno dei prodotti. dell’articolo Fonte

Hisense ULED TV: Premium U9A e U7A, le immagini

Hisense lancia in Italia la rinnovata gamma di TV ULED, giusto in tempo per il fischio d’inizio dei mondiali: sono infatti i televisori ufficiali di FIFA World Cup 2018. Due le nuove linee proposte: Premium ULED U9A si compone di modelli da 65 e 75 pollici, mentre ULED U7A offre la possibilità di scegliere tra 50, 55 e 65 pollici. dell’articolo

Hisense lancia in Italia la rinnovata gamma di TV ULED, giusto in tempo per il fischio d’inizio dei mondiali: sono infatti i televisori ufficiali di FIFA World Cup 2018. Due le nuove linee proposte: Premium ULED U9A si compone di modelli da 65 e 75 pollici, mentre ULED U7A offre la possibilità di scegliere tra 50, 55 e 65 pollici. dell’articolo Fonte

Tim lancia con Intesa San Paolo, l’offerta under 30 Tim Young Senza Limiti Special Edition

Fino all’11 Agosto 2018, salvo ulteriori proroghe, i clienti Under 30 di TIM e Intesa San Paolo possono aderire all’iniziativa “Essere giovani ha i suoi vantaggi“. L’offerta è rivolta ai clienti, con meno di 30 anni di età, di TIM e Intesa Sanpaolo. Tim Young Senza Limiti Special Edition offre: 15 Giga per navigare, l’utilizzo illimitato di social, chat e musica senza consumare il bundle, minuti illimitati di… »

Fino all’11 Agosto 2018, salvo ulteriori proroghe, i clienti Under 30 di TIM e Intesa San Paolo possono aderire all’iniziativa “Essere giovani ha i suoi vantaggi“. L’offerta è rivolta ai clienti, con meno di 30 anni di età, di TIM e Intesa Sanpaolo. Tim Young Senza Limiti Special Edition offre: 15 Giga per navigare, l’utilizzo illimitato di social, chat e musica senza consumare il bundle, minuti illimitati di… » Fonte